Cascata Cadramazzo

La cascata divisa in due

Cosa c'è da sapere

La cascata Cadramazzo sorprende il visitatore con il suo spettacolare tuffo di 85 m. L’acqua si getta dalla sommità della roccia con un salto di 40 m, rimbalza in una vasca naturale traboccando impetuosa, per poi tuffarsi nella pozza cristallina sottostante. Avvicinandosi a piedi si sente il fragore delle acque e, arrivati sotto la cascata e guardandola dal basso, si percepisce la sua forza.
Il luogo è accessibile a tutti, anche a famiglie con bambini, e la breve camminata permette di godere di uno scorcio naturalistico raro e selvaggio.

Perché visitarla

01.

Si vede dalla ciclovia

Percorrendo la Ciclovia Alpe Adria, nei pressi del ponte sulla vecchia ferrovia, non si può non notare la torrentuosa cascata Cadramazzo. Per godersi una sosta rinfrescante è possibile lasciare la bicicletta e scendere per un ripido sentiero ritrovandosi ai piedi di questa maestosa cascata.

02.

2 cascate in 1

La cascata Cadramazzo è alta 85 m, ma, ammirandola da una certa distanza, lo spettatore ha l’impressione di scorgere due cascate distinte. Questo perché, dopo il primo salto di 40 m, l’acqua rimbalza prepotentemente sulla roccia e raggiunge il fondo con un secondo salto di 45 m.

03.

Il sentiero delle cascate

Chiusaforte è chiamato il “Comune delle Cascate”, infatti, ne conta 13, tra cui la cascata Cadramazzo. Per visitarle tutte, si può seguire il “Sentiero delle cascate”, molte si trovano sulla strada che da Chiusaforte porta a Sella Nevea, altre sono un po’ più nascoste.

Parcheggio e avvicinamento

Da Chiusaforte percorrere la SS13 verso Tarvisio, oltrepassare la galleria e parcheggiare l’auto a destra nell’ampio parcheggio.
Camminare per 100 m, poi attraversare la passerella seguendo le indicazioni per la cascata. Imboccare il sentiero a sinistra. Il percorso dura circa 20 minuti.

Per i ciclisti che percorrono la Ciclovia Alpe Adria c’è la possibilità di avvicinarsi alla cascata, lasciando la bici e scendendo un ripido sentiero nei pressi del ponte sulla vecchia ferrovia.

Condividi questa pagina con un amico

Il contenuto di questa pagina è protetto dalla riproduzione e copia con un certificato digitale